top of page

In vacanza con Fido? Ecco cosa sapere

Arriva l’estate e la voglia di partire, se però vogliamo portare con noi i nostri amici a quattro zampe, dobbiamo ricordarci di alcune cose:


  • PASSAPORTO PER L’ESTERO: per muoverci oltre confine è necessario avere il Passaporto per i nostri animali; tale documento viene rilasciato dai servizi veterinari dell’ASL di residenza e va richiesto un po di tempo prima di partire. Informati presso la tua ASL.

  • VACCINO RABBIA: in Italia non è più obbligatoria la vaccinazione antirabbica, è necessaria però per poter uscire e soprattutto rientrare nel nostro paese; la vaccinazione deve essere fatta almeno 21 giorni prima della partenza o deve essere in corso di validità al momento del viaggio.

  • TRATTAMENTI ANTIPARASSITARI: sempre consigliati indipendentemente dalla destinazione, alcuni paesi la richiedono obbligatoria e certificata dal veterinario Curante; controlla sempre la tua destinazione.

  • CERTIFICATO DI BUONA SALUTE: alcune compagnie di trasporto (traghetti-treni-aerei), alloggi, residence e camping o paesi di destinazione, possono richiedere un certificato redatto e firmato dal Veterinario curante di Buona Salute dell’animale movimentato. E’ sufficiente una visita medica poco prima di partire per essere sicuri che i nostri amici stiano bene e possano godersi le ferie con noi.

  • TRASPORTO: all’interno delle nostre auto cani e gatti devono viaggiare in sicurezza, pertanto, come previsto dal codice della strada, devono essere contenuti all’interno di comodi kennel o nel bagagliaio attrezzato con griglie o reti anti-scavalcamento. I mezzi pubblici di trasporto, invece, a seconda della compagnia, richiedono specifiche dimensioni di “trasportini”, che vanno sempre accertate al momento dell’acquisto del biglietto.

  • LEISHMANIOSI: ricordiamo che alcune aree di Europa, compresi centro e sud Italia, sono ad alto rischio per questa malattia parassitaria. Si consiglia di iniziare la profilassi almeno 15 giorni prima della partenza e di continuare per tutto il periodo di permanenza nelle aree a rischio.

Commenti


bottom of page